Wednesday, June 19, 2013

Voti e Sconti

Sono quasi certa di averne già parlato lo scorso anno ma non trovo il post di riferimento. Comunque ritratto l'argomento per chi non l'avesse letto. E ci tengo a precisare che è la testimonianza locale, di quello che stiamo vivendo noi qui, non so se funzioni così in tutti gli USA.

Nel corso dell'anno scolastico riceviamo 4 pagelle (una per ogni quarter) più un "progress report" a metà di ciascun quarter che racconta come lo studente sta andando. Da quest'anno il distretto ha attivato un servizio on-line dove ogni genitore può controllare l'andamento, le assenze, i dati personali, i compiti (compreso se ci sono dei ritardi nelle consegne)... tutto insomma. Con questa soluzione hanno deciso che, a meno di voti insufficienti, il "progress report" non verrà consegnato. Quindi si spera che non arrivi mai!!!

Unitamente alle pagelle vengono consegnati un certo numero di buoni sconto. Sì, proprio così: per gli alunni più meritevoli (non ho ancora capito se viene fatto sulla base del numero di A o sull'indice di miglioramento o come!) ci sono a disposizione gli sconti. Una gold card nominale (e con foto) con un certo numero di punti vendita E ristoranti e vari altri sconti isolati. Una sorta di premio. Se sia corretto o meno, non lo so, non sono un'esperta in psico-pedagogia e non mi interessa. Personalmente non li ho MAI usati, come non uso mai i coupon di cui qui vanno tanto fieri. Recentemente ho letto che in Italia vorrebbero dare un premio in denaro a chi prende un buon voto alla maturità.

Oggi, mentre andavo in giro con mio figlio, ho visto addirittura questo:


Inoltre, scoperta fatta un paio di mesi fa, il giornale locale assegna dei diplomi (Honor Roll) ai migliori studenti.

Sono incentivi ad andare avanti così, a non mollare. O a fare meglio.

8 comments:

  1. Io invece sono una fierissima utilizzatrice dei coupon! :-)

    ReplyDelete
  2. x gli sconti sul rendimento non lo so, forse l'utilita'dipendeanche da come glieli si fa vivere. E'vero che per i bambini é il loro dovere e dovrebbero farlo a prescindere dai premi, peró é anche vero che alle volte avere una gratifica er il proprio lavoro sprona a continuare cosí, in fondo succede anche per noi adulti sul lavoro (e siamo i primi a preferire una gratifica tangibile alla pacca sulla spalla).
    PEr i coupon io pure se riesco li uso sempre, unico limite e che spesso sono per cibi che non utilizziamo cercando dic ucinare all'italaliana

    ReplyDelete
  3. Aiuto! Non oso immaginare la serenità dei bambini che non portano mai coupon a casa... Un conto sono i voti per se stesso, un conto i coupon che coinvolgono tutta la famiglia... Molto inquietante. Non viene promossa la responsabilità di se' nel bambino, ma siamo ancora a quella psicologia anni 50, per premi e punizioni, che ebbe fortuna, guarda caso, proprio negli USA! Se fossero coupon da spendere solo per il bambino, avrei comunque delle riserve, ma qui siamo proprio alla frutta. Anzi alla spesa.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non so sai. Il fatto è che il tutto arriva a casa o tramite il bambino in busta chiusa (perché nessuno deve sapere i tuoi voti, stesso motivo per cui i risultati dei test vengono dati a fine giornata). Quindi in realtà nessuno sa chi li ha ricevuti. E ti garantisco che nessuno mi ha mai dato l'impressione di esserne turbato. Forse siamo più noi genitori a farci le seghe mentali e a gareggiare con altri genitori su "mio figlio è più bravo del tuo".

      Delete
  4. In Italia,in alcuni ambulatori vaccinazioni, viene dato il diploma di coraggio ai bambini, generalmente di 5/6 anni, per essersi sottoposti alle iniezioni...naturalmente qualsiasi sia stato l'atteggiamento iniziale(rifiuto, pianto, ecc)
    Il premio in denaro per i buoni voti ottenuti alla maturità ha lo scopo d'incentivare lo studio per i più meritevoli che con quei soldi possono iscriversi ad ulteriori corsi di studio, i coupon o i buoni sconto hanno lo scopo d'incentivare il consumo di certi alimenti o prodotti. Ci sono coupon o buoni sconto per materiale strettamente scolastico come quaderni, libri di lettura, vocabolari, cd,materiale artistico, ecc.?

    ReplyDelete
    Replies
    1. No, ma per un paio di ragioni semplici: i libri li hanno gratuitamente in dotazione (almeno fino all'8° grado - 3^ media) on line. Libri di narrativa intendo. Libri scolastici e dizionari sono in dotazione dalla scuola fino all'ultimo anno del liceo. Pagano poi le università e anche salate! E il materiale scolastico (quaderni, matite, ecc) ha dei costi davvero ridicoli.
      Gli sconti che hanno ricevuto riguardano: concessionarie auto, negozi di vestiario, banche, oculista, parco divertimenti, YMCA, alcune pizzerie e fastfood, telefonia, fiorai, abbonamento al quotidiano locale, parrucchiere, negozio di abiti da sposa,bowling e pet store. Quindi è piuttosto vario.
      (RIPETO: QUESTO E' QUANTO SUCCEDE QUI. ALTROVE NON LO SO!)

      Delete
  5. Bell'idea... un incentivo alternativo allo studio :-)

    Sabato ho scoperto che dalla 1° liceo non consegnano più le pagelle... che dispiacere. Alice è andata a scuola a vedere i quadri dei promossi/bocciati o in sospensione di giudizio (i cari vecchi esami) e si è trovata tutti i voti di tutte le materie pubblicati e visibili a chiunque! Alla faccia della privacy....
    I voti di tutti gli alunni dell'istituto appesi alle porte a vetri, strano!

    Rita

    ReplyDelete
    Replies
    1. E cosa hai da nascondere?

      Delete